Esperienza Windows in Mobilità

 

Ognuno di noi fino a qualche anno fa se doveva effettuare una qualsiasi operazione informatica, in cui necessitava l’uso di un pc, come ad esempio il gaming, entertainment o lavoro vero e proprio, doveva per forza di cose andare a casa o in ufficio e sedersi davanti al proprio pc, oppure portarsi dietro, come a me e successo per anni, un laptop o comunemente detto notebook, che probabilmente pesava, compreso borsa, ingombranti trasformatori caricabatteria, accessori, HHD esterni e chi più ne ha ne metta, almeno quei 4 o 5 kg, il tutto con un bel grazie dalla nostra schiena; ricordo ancora il mio periodo universitario!

Poi arrivarono loro i tablet, magnifici strumenti pensati per poter fare qualcosa in mobilità, ma inizialmente troppo acerbi per poter sopportare il carico di un vero lavoro, (mi riferisco ai troppi e scandalosi lag, uniti ai frequenti errori delle app) quindi tutti quelli che, come il sottoscritto, hanno acquistato queste magiche tavolette per lavorare (io almeno 5 e di fasce diverse), si è poi ritrovato a leggere le email, il calendario, qualche video, film, e qualche gioco, soprattutto giochi progettati per loro.

Quindi chi ha bisogno della mobilità pura per il lavoro, aveva bisogno di qualcos’altro, aveva bisogno di portarsi dietro un pc vero, anche di piccole dimensioni ma che permetteva all’utente di avere una esperienza Windows soddisfacente, simile ad un computer desktop / laptop, con tutta una serie di programmi che solitamente usi sul tuo pc abituale, senza dover pensare di trasformare, adattare, e soprattutto rifare i file a casa, (certamente esistono anche gli Ultrabook, che sono certamente sottili, più leggeri rispetto ad un notebook, ma con prezzi decisamente maggiori e con dimensioni esterne a volte poco comode da portare in giro sotto il braccio).

Dopo anni di attesa ci pensa mamma Microsoft, che è arrivata sicuramente in ritardo, a presentare un concetto tutto nuovo.

Fin d’ora i tablet, a partire dal più famoso iPad, erano concepiti come un ingrandimento e un potenziamento degli smartphone, mentre Microsoft gli ha ridefiniti come un ridimensionamento di un pc, (tranne nel caso dei tablet con Windows RT che secondo me dovevano avere tutt’altra funzione).

Infatti oggi, come nel mio caso che sono un possessore di un Asus Transformer Book T100ta, il mio tablet è diventato un vero compagno di lavoro e svago, e grazie al suo SO Windows 8.1 x86, ti permette di installare gli stessi software che usi sul tuo pc, io personalmente ho installato i software che possono servirmi in mobilità ( nel mio caso Office, CAD, Sketchup e la suite ACCA), che girano tranquillamente, ovvio che non mi sognerei mai di lavorare su modelli 3D o su disegni CAD con uno schermo da 10 pollici, ma per portare con me i file, e poterli aprire in cantiere o davanti alla committenza mi sembra un plus e non da poco.

Molti modelli offrono la possibilità di collegare tastiere, mouse e video esterni, in tal caso otterresti un risultato e una esperienza Windows veramente eccezionale, infatti questo articolo è stato scritto con il mio piccolo T100, ma collegato ad un monitor esterno attraverso la porta HDMI.

I processori Intel, tipo i bay trail o gli i3, i5 e i7 sono praticamente perfetti per svolgere questo lavoro, uniscono le prestazioni ad una parsimonia della batteria.

L’unica pecca che ho trovato fino ad oggi è lo Store di Microsoft, dimenticatevi le migliaia di programmi (di cui sicuramente la maggior parte copie o inutili) che potete trovare sugli store dei SO concorrenti, attualmente c’è solo l’essenziale, anche se negli ultimi mesi qualcosa si muove in termini di crescita.

Quindi in conclusione, se avete bisogno di divertirvi, di intrattenimento, di leggere le notizie, mail, programmare agenda e avere le foto di famiglia sempre con voi, potete tranquillamente utilizzare un tablet qualsiasi, con qualsiasi sistema operativo, e del prezzo e caratteristiche che più vi aggradano, ma se avete bisogno di lavorare fuori porta, o semplicemente volete portare sempre con voi il vostro pc, l’unica strada resta quella di Windows 8.1

Diparaffo

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: